Ove non diversamente specificato, la riproduzione del materiale pubblicato è cioè libera se effettuata senza scopo di lucro, citando l'autore del materiale e la fonte www.canestrinilex.commediantecollegamento ipertestuale alla home page o all'articolo di riferimento ("deep linking"), senza modificare i testi stessi (cd. "fair use"); per maggiori informazioni, si prega di consultare le condizioni d'uso.

26 Set 2016
Articolo

Articolo

Il delitto di tortura in Italia. Dall’habeas corpus alla norma penale (tesi di laurea)

Autore: Davide Fratta

Argomenti correlati:

Il fondamento del divieto di tortura va individuato, ben prima e con ben maggior livello di cogenza rispetto alle fonti internazionali, nella Costituzione, che al quarto comma dell’articolo 13, unico caso in tutta la Carta, prevede un obbligo di incriminazione per tutte le condotte atte a cagionare sofferenza alle persone sottoposte a restrizione di libertà. Non solo. L’inviolabilità della libertà personale, sancita in posizione apicale tra i diritti civili riconosciuti, costituisce la chiave di volta per una corretta reinterpretazione del rapporto Stato-cittadino.

Leggi tutto
13 Set 2016
Articolo

Articolo

Estradizione verso l'estero e diritti fondamentali: una analisi critica

Autore: Nicola Canestrini

Argomenti correlati: ,

La clausola di salvaguardia comune vieta l’estradizione verso paesi che non rispettino i diritti fondamentali della persona, o che la espongano al rischio di tortura, trattamenti crudeli, disumani o degradanti o a persecuzione arbitraria o discriminazione. Essa costitusce il principio ispiratore della normativa che regola la estradizione per l’estero, ma rischia di essere svilita nella sua applicazione quotidiana.

Leggi tutto
21 Lug 2016
Articolo

Articolo

Convenzione di Bruxelles sull'assistenza giudiziaria in materia penale tra gli Stati membri dell'Unione europea

Argomenti correlati: , ,

L'Italia ha ratificato, con Legge 21 luglio 2016, n. 149, la Convenzione di Bruxelles del 29 maggio 2000, relativa all’assistenza giudiziaria in materia penale tra gli Stati membri dell’U.E., che si propone(va) di semplificare e rendere più efficaci le formalità e le procedure inerenti alle richieste di assistenza giudiziaria, introducendo forme e tecniche specifiche di collaborazione “rafforzata” con le autorità giudiziarie degli altri Paesi europei (ad es., audizioni mediante videoconferenza e teleconferenza, squadre investigative comuni, intercettazioni di telecomunicazioni, operazioni di infiltrazione e consegne sorvegliate, ecc.).

Leggi tutto
20 Lug 2016
Articolo

Articolo

Rilevanza penale di detenzione medicinali senza ricetta: questioni di diritto intertemporale

Autore: Nicola Canestrini

Argomenti correlati: ,

In tema di medicinali contenente principo attivo, quale punibilità per delle condotte poste in essere tra il 22 marzo 2006, data di entrata in vigore della legge Fini-Giovanardi, ed il 21 marzo 2014? 

Leggi tutto
8 Lug 2016
Articolo

Articolo

Sull'accertamento della minore età

Autore: Anna Brambilla

Argomenti correlati: ,

Succede che minori  senza documenti validi vengano sottoposti ad esami medici finalizzati a stimare l’età cronologica attraverso una valutazione della sua età biologica.

Leggi tutto
4 Lug 2016
Articolo

Articolo

Sulla responsabilità civile del magistrato penale: cenni introduttivi

Autore: Carola Delli Santi

Argomenti correlati:

La responsabilità civile del magistrato è sempre stato un tema di ampio dibattito, a causa della sua delicatezza ma anche e soprattutto a causa della sua disciplina di palese inefficacia.

Leggi tutto
7 Giu 2016
Articolo

Articolo

Coltivazione: il punto della Cassazione Penale

Autore: Cassazione penale

Argomenti correlati: , , ,

La coltivazione di marijuana: questioni sulla offensività della condotta, sulla detenzione di semi, sulla costituzionalità della normativa. 

Leggi tutto
5 Apr 2016
Articolo

Articolo

Diritto penale simbolico e il reato di omofobia (Tesi)

Autore: Dr. Gabriele Covi

Argomenti correlati: ,

La domanda intorno alla giustificazione del diritto penale e allo scopo della pena rappresenta una delle questioni più dibattute nella storia dei sistemi punitivi: lo stato dell'arte con particolare riferimento al disegno di legge recante “Disposizioni in materia di contrasto dell'omofobia e della transfobia” (Tesi di laurea Dr. Gabriele Covi).

Leggi tutto
5 Feb 2016
Articolo

Articolo

Diritto di cronaca contro presunzione di innocenza?

Autore: Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , ,

"It is of primary importance that public statements do not prejudice a defendant’s right to a fair trial. The public interest in a fair trial is fundamental and can override other important principles such as open justice and freedom of expression" (Media Protocol for Prosecutors, Crown Law, July, 1st, 2013)

Leggi tutto
16 Nov 2015
Articolo

Articolo

Il reato di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale

Autore: GIP Tribunale di Roma (proc. 15661/2012 RG)

Argomenti correlati:

Il reato di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale (artt. 270 bis e 270 sexies c.p.)

Leggi tutto

Recenti Pubblicazioni

Il delitto di tortura in Italia. Dall’habeas corpus alla norma penale (tesi di laurea)

Il fondamento del divieto di tortura va individuato, ben prima e con ben maggior livello di cogenza rispetto alle fonti internazionali, nella Costituzione, che al quarto comma dell’articolo 13, unico caso in tutta la Carta, prevede un obbligo di incriminazione per tutte le condotte atte a cagionare sofferenza alle persone sottoposte a restrizione di libertà. Non solo. L’inviolabilità della libertà personale, sancita in posizione apicale tra i diritti civili riconosciuti, costituisce la chiave di volta per una corretta reinterpretazione del rapporto Stato-cittadino.



MAE e diritti fondamentali: obbligatorie le informazioni supplementari (Cass. 40032/16)

Anche nell'ambito di una esecuzione MAE, ove l'autorità giudiziaria dello Stato d'esecuzione disponga di elementi oggettivi, affidabili, accurati e debitamente aggiornati che attestino un rischio reale di trattamenti inumani o degradanti per le persone detenute in uno Stato membro, per carenze sistematiche o generalizzate, la stessa è tenuta a valutare l'esistenza di questo rischio quando deve decidere sulla consegna alle autorità di tale Stato della persona oggetto di un mandato d'arresto europeo.


Detenzione ai fini di spaccio: fatto lieve? (cass. 38758/16)

51 grammi di cocaina pari a 141 dosi singole non sono fatto di lieve entità, dato che il fatto lieve ricorre solo in caso di minima offensività della condotta, in considerazione dal dato qualitativo e quantitativo e degli altri parametri indicati dalla disposizione (mezzi, modalità e circostanze dell'azione), con la conseguenza che, se uno degli indici previsti dalla legge risulta negativamente assorbente, ogni altra valutazione non rileva.


Pendenza di procedimento in Italia e divieto di estradizione (Cass. 38762/16)

Vige il divieto di estradizione ove per lo stesso fatto sia in corso procedimento penale nei confronti della persona oggetto della relativa domanda: la eventuae norma pattizia contraria è indirizzata agli Stati contraenti e non direttamente operativa all’interno di questi ultimi, e quindi necessariamente rimette ai singoli ordinamenti la regolazione della fattispecie, onde compete a ciascuno Stato stabilire "se e a quali condizioni, e per determinazione di quale autorità, l’estradizione possa o debba essere concessa o negata", qualsiasi soluzione risultando conforme alla norma internazionale.



Calcolo del danno differenziale (Cass. 17407/16)

Il calcolo del danno. cd. differenziale fra risarcimento del danno e indennizzo INAIL va effettuato sottraendo dal credito risanatorio civilistico l’importo pagato dall’Inail per la stessa voce: tuttavia, il risarcimento del danno biologico non può essere decurtato di quanto pagato alla vittima dannai, a titolo di danno patrimoniale.


Archivio