Ove non diversamente specificato, la riproduzione del materiale pubblicato è cioè libera se effettuata senza scopo di lucro, citando l'autore del materiale e la fonte www.canestrinilex.commediantecollegamento ipertestuale alla home page o all'articolo di riferimento ("deep linking"), senza modificare i testi stessi (cd. "fair use"); per maggiori informazioni, si prega di consultare le condizioni d'uso.

5 Apr 2016
Articolo

Articolo

Diritto penale simbolico e il reato di omofobia (Tesi)

Autore: Dr. Gabriele Covi

Argomenti correlati: ,

La domanda intorno alla giustificazione del diritto penale e allo scopo della pena rappresenta una delle questioni più dibattute nella storia dei sistemi punitivi: lo stato dell'arte con particolare riferimento al disegno di legge recante “Disposizioni in materia di contrasto dell'omofobia e della transfobia” (Tesi di laurea Dr. Gabriele Covi).

Leggi tutto
5 Feb 2016
Articolo

Articolo

Diritto di cronaca, presunzione di innocenza, giusto processo

Autore: Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , ,

"It is of primary importance that public statements do not prejudice a defendant’s right to a fair trial. The public interest in a fair trial is fundamental and can override other important principles such as open justice and freedom of expression" (Media Protocol for Prosecutors, Crown Law, July, 1st, 2013)

Leggi tutto
16 Nov 2015
Articolo

Articolo

Il reato di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale

Autore: GIP Tribunale di Roma (proc. 15661/2012 RG)

Argomenti correlati:

Il reato di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale (artt. 270 bis e 270 sexies c.p.)

Leggi tutto
15 Maggio 2015
Articolo

Articolo

Diritto di critica sindacale nella CEDU

Autore: Nicola Canestrini, Andrea Tigrino, Michele Valente

Argomenti correlati: , , , , ,

Il diritto di critica sindacale, pur dovendosi muovere all’interno dei  parametri prefissati per la libertà d’espressione,nell'analisi della giurisprudenza della Corte di Strasburgo  si articola in maniera generalmente più permissiva in presenza di determinate circostanze concrete. 

Leggi tutto
3 Apr 2015
Articolo

Articolo

Tenuità del fatto: verso una giustizia penale

Autore: Nicola Canestrini

Argomenti correlati: ,

Un diritto penale improntato alla necessaria offensività del reato è proprio dei sistemi liberali, in contrapposizione ai regimi autoritari che concepiscono il reato come violazione di un mero dovere di obbedienza alle norme statuali: la particolare tenuità del fatto, lungi da essere una "depenalizzazione", può essere il banco di prova dove sperimentare la giustizia penale riparativa e riconciliativa.

Leggi tutto
1 Apr 2015
Articolo

Articolo

Delitti in materia di sostanze dopanti: vendita e commercio

Autore: Nicola Canestrini

Argomenti correlati:

In tema di cessione di sostanze dopanti, è punita la cessione anche occasionale verso atleti al fine di alterarne le prestazioni agonistiche (cd. eterodoping); se la cessione è rivolta verso non agonisti, è punibile solo il commercio, cioè l'attività continuativa di cessione, supportata da una elementare struttura organizzativa.

Leggi tutto
15 Ott 2014
Articolo

Articolo

Successione di leggi penali nel tempo: la guida in stato di ebbrezza, lavori di pubblica utilità

Autore: Nicola Canestrini, Giovanni Guarini

Argomenti correlati: , ,

L'individuazione, tra una pluralità di disposizioni succedutesi nel tempo, di quella più favorevole al reo, va eseguita non in astratto, sulla base della loro mera comparazione, bensì in concreto, mediante il confronto dei risultati che deriverebbero dall'effettiva applicazione di ciascuna di esse alla fattispecie sottoposta all'esame del giudice: è quindi più favorevole la normativa introdotta nell'agosto 2010 che prevede quale pena sostitutiva dei lavori di pubblica utilità per il reato di guida di stato di ebbrezza. 

Leggi tutto
24 Giu 2014
Articolo

Articolo

Analisi della normativa sugli stupefacenti post Cote Costituzionale 32/14 (Massimario, 2014)

Autore: Cassazione penale

Argomenti correlati: , , ,

Analisi delle novità del testo unico introdotte a seguito della incostituzionalità dalla “Fini-Giovanardi”: la relazione del massimario della Corte di Cassazione del giugno 2014.

Leggi tutto
23 Giu 2014
Articolo

Articolo

Si ridetermina la pena definitiva per stupefacenti dopo la sentenza 32/14 Corte Costituzionale?

Autore: Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , ,

Quali effetti della sentenza 32/14 della Corte Costituzionale 32/14 sulle condanne passate in giudicato per spaccio di sostanze stupefacenti cd. leggere (hashish, marijuana)? 

Leggi tutto

Recenti Pubblicazioni


Costituzionale punire il coltivatore (C. Cost. 109/2016)

Infondato il dubbio di costituzionalità che prevede differenti trattamenti per il detenote ed il coltivaore: nella visione del legislatore, diversificare la coltivazione – come pure la produzione, la fabbricazione, l’estrazione e la raffinazione della droga – dalla semplice detenzione (e dalle altre condotte “neutre” a carattere “non produttivo”), è legittimo perchè chi "produce" stupefacente ha una maggiore pericolosità, che giustifica la sancita irrilevanza della finalità di consumo personale.



Incostituzionale il 75 bis Tu stup (C.Cost. 94/16)

Incostituzionale l’art. 75-bis del d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309 (Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza).


Evasione dagli arresti domicilairi anche sul piazzale? (Cass. 16098/16)

La misura domiciliare deve svolgersi per quanto possibile, secondo modalità analoghe rispetto a quelle proprie della misura intra muraria, dovendosi pertanto dare esclusiva rilevanza allo spazio fisico delimitato dall'unità abitativa (domicilio) indicata dall'interessato ed autorizzata dal giudice, mimesi in senso giuridico e giustificata dal favore per le esigenze di vita ed affettive dell'indagato o del condannato dello spazio concluso tipico della detenzione in ambito peniten­ziario, suscettibile come tale di consentire eccezioni unicamente in relazione a quegli ambiti parzialmente aperti (balconi, terrazzi) o scoperti (cortili interni, chiostrine e simili) ma costituenti parte integrante dell'unità immobiliare di riferi­mento.




Archivio