Chi siamo

Lo Studio legale Canestrini, fondato nell'Ottocento dall'Avv. Alessandro Canestrini (1839 - 1894), mette a disposizione professionisti qualificati operanti sotto il coordinamento e la responsabilità dell'Avvocato Nicola Canestrini in tutti i settori del diritto penale e del diritto civile.

TEAM

avv.nicola.canestrini

Nato nel 1973, si laurea nel 1999 summa cum laude con una tesi di laurea in teoria generale del diritto ("Legittimità tramite legalità - Il nesso...

Avv. Nicola Canestrini
sc

Classe 1922, è stato membro della resistenza durante la seconda guerra mondiale. Laureato all'Università degli Studi di Padova con Norberto Bobbio, è iscritto...

Avv. Sandro Canestrini
avv.giovanni.guarini

Nato nel 1979, si è laureato a pieni voti all'Università di Ferrara con tesi in filosofia del diritto Il giudice e...

Avv. Giovanni Guarini
avv.alberto.turella

Nato nel 1979, si è laureato all'Università di Bologna a pieni voti con tesi in diritto dei mercati finanziari; dal 2004 al 2008...

Avv. Alberto Turella
avv.federico.massara

Nato nel 1978, si laurea in Giurisprudenza nel 2003 presso l’Università di Bologna a pieni voti con una tesi in diritto del lavoro. Consegue...

Avv. Federico Massara
avv.lara.battisti

Nata nel 1981, laureata a pieni voti all'Università di Trento con tesi in procedura penale sulle intercettazioni ambientali (comunicazione tra persone presenti), dopo...

Avv. Lara Battisti

Diritto penale

Le attività prevalenti dello studio sono il diritto penale nei suoi molteplici aspetti, sia per gli indagati che per le vittime del reato, con prevalenza del cd. diritto penale nero o carcerario (delitti concernenti sostanze stupefacenti, ivi compreso il reato associativo, i delitti di lesioni, omicidio, rapina, ricettazione, estorsione, violenza sessuale, ..), come anche i cd. crimini da colletti bianchi (corruzione, concussione, riciclaggio, reati ambientali , ..); particolare attenzione viene peraltro dedicata al diritto penale tributario, settore a sè, caratterizzato da regole e principi propri e sanzioni che in parte derogano alle norme di diritto penale comune (si pensi, ad esempio, alla non punibilità del tentativo nei reati di dichiarazione, ai termini di prescrizione, ai limiti al concorso di persone nei reati di falsa fatturazione ecc.); il correlato settore delle indagini finanziarie fiscali viene affrontato con l'ausilio di consulenti di elevata competenza.

Diritto penale sovranazionale

Infine, l'ubicazione in una regione di collegamento con la Mitteleuropa e la possibilità di comunicare in madrelingua ha consentito la trattazione di numerosi casi di diritto cd. penale internazionale (estradizione, mandato di arresto europeo, ..): del resto, anche nel settore penale bisogna tenere conto delle pronunce della Corte europea dei diritti dell'Uomo come anche della normativa di competenza dell'Unione europea.

.. e come si fa difendere i criminali (pedofili, spacciatori, ..)?

E' una domanda che viene rivolto spesso all'avvocato penalista. 

La risposta - come spesso accade - è complessa, e perdipiù dipende molto dalla sensibilità di ciascuno, ed è dunque impensabile spiegarlo in poche righe.

Qualche spunto per una riflessione.

E' riconosciuto in sede sovranazionale che "tale è l’importanza annessa ai diritti della difesa in una società democratica, che il diritto ad una assistenza legale effettiva deve essere garantito in tutte le circostanze" (Corte europea dei diritti dell’uomo, Grande Camera, 2 novembre 2010, Sakhnovskiy contro Russia); difendere un imputato non significa identificarsi con esso, "lawyers shall not be identified with their clients or their clients' causes as a result of discharging their functions" (United Nations Basic Principles on the Role of Lawyers, 1990).

La nostra Costituzione all'24, secondo comma, afferma in maniera perentoria che il diritto di difesa è un diritto inviolabile (un diritto umano o fondamentale, si direbbe oggi). La nostra Corte costituzionale ha evidenziato come la necessità di assicurare il diritto di difesa non possa essere sacrificata per esigenze di altra natura, che possono essere la speditezza o l'accelerazione del processo. Merita peraltro di essere sottolineata, e lo fa lo stesso art. 24 della Costituzione, la stretta correlazione che sussiste tra esercizio del diritto di difesa e cosiddetta assistenza tecnica, nell'esercizio di questo diritto di difesa, e cioè la necessità che nell'esercitare le proprie ragioni in giudizio la parte sia sempre assistita da un avvocato. Ed è talmente sensibile la nostra Carta costituzionale circa l'esigenza di assicurare una difesa tecnica in giudizio alle parti che lo stesso art. 24 impone allo Stato di prevedere per l'assistenza giudiziaria dei non abbienti, cioè delle persone economicamente svantaggiate, istituti che assicurino il patrocinio in giudizio a spese dello Stato

Del resto, la presunzione di innocenza impone di considerare innocenti gli accusati fino a condanna irrevocabile: come potrebbe dunque l'avvocato rifiutare una difesa sulla base solo dell'accusa (che è cosa diversa dalla sentenza)?

Ciascuno ha dunque il diritto ad essere difeso, nell'interesse della stessa collettività (che ripugna o dovrebbe ripugnare processi sommarie, caccia alle streghe, condanne emesse a poche ore dai fatti a mezzo stampa, ..) e per la piena attuazione della società democratica. . 

Diritto civile

Lo studio offre evidentemente  assistenza giudiziale e stragiudiziale anche nei settori del diritto civile (risarcimento danni, successioni, obbligazioni e contratti, recupero crediti, diritto del lavoro, diritto di famiglia, diritto immobiliare e tavolare), in alcuni settori del diritto amministrativo, nonchè nel diritto dell'immigrazione