16 Dic 2014
Informazione utile

Informazione utile

Condanne penali, fedina penale, visura: nozioni introduttive

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , , ,

Sempre più spesso il cittadino deve dichiarare, anche sotto forma di autocertificazione, se ha subìto condanne penali: la normativa in materia si presta a qualche equivoco, dato che la fedina penale non necessariamente riporta tutte le condanne eventualmente subìte.

Leggi tutto
15 Dic 2014
Informazione utile

Informazione utile

Uso di sostanza stupefacente e sanzioni amministrative

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , ,

Il possesso (cioè la detenzione) di sostanza stupefacente può avere due finalità:

Leggi tutto
23 Nov 2014
Informazione utile

Informazione utile

Differenza fra calunnia e diffamazione

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , , ,

Calunnia e diffamazione spesso vengono confusi: ecco i principali tratti caratterizzanti dei due reati, che possono entrambi comportare una condanna penale e l'obbligo al risarcimento dei danni.

Leggi tutto
11 Lug 2014
Informazione utile

Informazione utile

Il rapporto tra cliente ed avvocato

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: ,

Come si sceglie e si incarica l'avvocato? Che differenza c'è fra avvocato penalisa e avvocato civilista? L'avvocato che ha seguito il divorzio può difendermi in un processo penale? Che obblighi reciproci ci sono? Quando e come conviene cambiare avvocato? Come si revoca il mandato? L'avvocato è responsabile per gli errori?

Leggi tutto
22 Giu 2014
Informazione utile

Informazione utile

Spese ordinarie e spese straordinarie nel mantenimento dei figli: criteri distintivi

Pubblicato da AA.VV.

Argomenti correlati: , , , ,

Le spese ordinarie sono comprese nell'assegno di mantenimento deciso al momento della separazione, quelle straordinarie no: la distinzione nel silenzio della legge è affidata all'interprete. 

Leggi tutto
16 Giu 2014
Informazione utile

Informazione utile

Il danno da morte del congiunto

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , , , , , , ,

Il risarcimento del danno conseguente alla perdita della vita ("danno da morte" o "danno tanatologico"), nonchè la trasmissibilità del credito risarcitorio della vittima, rappresentano tematiche  complesse e fortemente dibattute. C'è chi contesta la nozione stessa del danno cd tanatologico (Thanatos o Θάνατος = morte in greco), ritenendo non risarcibile, di per sé, la perdita della vita, ed unicamente ristorabile la lesione del bene salute; altri invece ritengono configurabile e risarcibile in via equitativa detto danno; vi è il problema di chi può chiedere il risarcimento, di durata della sofferenza prima del decesso per poter configurare il danno da morte, di sommare il danno "ereditato" da quello "proprio" (cioè il risarcimento per la propria sofferenza, ..), ..

Leggi tutto
13 Maggio 2014
Informazione utile

Informazione utile

Cosa cambia nella legislazione sulla droga dopo la sentenza della Corte Costituzionale 32/2014?

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , , ,

Quali sono gli effetti concreti sulla normativa sugli stupefacenti della sentenza della Corte Costituzionale del febbraio 2014? Chi può usufruire della normativa più favorevole? Cosa cambia per i reati che riguardano droghe leggere e quelle pesanti? E se sono stato condannato in via definitiva?

Leggi tutto
12 Maggio 2014
Informazione utile

Informazione utile

Vademecum del consumatore di sostanza stupefacente

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , ,

Il consumo di sostanze stupefacenti (marijuana, cocaina, eroina, MDMA, ..) non è reato per effetto del referendum abrogativo del 1993, ma può comunque avere effetti negativi (sia per le conseguenze sulla patente che per il *rischio di trovarsi indagati per spaccio*). 

Leggi tutto
10 Maggio 2014
Informazione utile

Informazione utile

Mai rifiutare una raccomandata o un atto giudiziario

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , ,

La legge equipara il rifiuto di una raccomandata alla sua lettura: meglio rivolgersi ad un avvocato senza ritardo, conservando anche la busta della raccomandata.

Leggi tutto
16 Apr 2014
Informazione utile

Informazione utile

Responsabilità degli insegnati e della scuola per danni all'alunno

Pubblicato da Avv. Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , , , ,

Con l'iscrizione presso un istituto scolastico dall'istituto stesso sorge un vincolo negoziale dal quale deriva l'obbligo per l'istituto di vigilare sulla sicurezza e l'incolumità dell'allievo, durante la fruizione della prestazione scolastica in ogni sua espressione (in tutte le sue espressioni, gita scolastica compresa v. Cass., 15/2/2011, n. 3680). La scuola è pertanto tenuta a predisporre tutti gli accorgimenti all'uopo necessari, anche al fine di evitare che l'allievo procuri danno a se stesso (v. Cass., 8/2/2012, n. 1769), sia all'interno dell'edificio che nelle pertinenze scolastiche, di cui abbia a qualsiasi titolo la custodia, messe a disposizione per l’esecuzione della propria prestazione (v. Cass., 15/2/2011, n. 3680; Cass., 6/11/2012, n. 19160).

Leggi tutto

"... considerate la vostra semenza
fatti non foste a viver come bruti
ma per seguir virtute e canoscenza"
 
(Dante Alighieri
Divina Commedia, Inferno, XXVI, 116-120)

Recenti Pubblicazioni

Condanne penali, fedina penale, visura: nozioni introduttive

Sempre più spesso il cittadino deve dichiarare, anche sotto forma di autocertificazione, se ha subìto condanne penali: la normativa in materia si presta a qualche equivoco, dato che la fedina penale non necessariamente riporta tutte le condanne eventualmente subìte.




Telecamera di sorveglianza e illecito trattamento di dati personali (CGE, C-212713)

L’utilizzo di un sistema di videocamera a tutela dell'abitazione familiare per proteggere i beni, la salute e la vita dei proprietari dell’abitazione non costituisce un trattamento dei dati effettuato per l’esercizio di attività a carattere esclusivamente personale o domestico se il sistema che sorveglia anche lo spazio pubblico. Ne deriva che il trattamento può essere illegittimo ai sensi del diritto interno. 


Non è reato non obbedire all'ordine del giudice (Cass., 51668/14)

Non è reato non ottemperare all'ordine del giudice: è quindi legittimo il rifiuto di collaborazione opposto all'esecuzione del provvedimento d'urgenza adottato dal Giudice civile, pur manifestato in forme sgradevoli ed inurbane per non aver consentito l'immediato accesso nell'unità abitativa dei proprietari.


Identificabilità della vittima di diffamazione (Cass., 51096/14)

L'individuazione della vittima dei reato di diffamazione a mezzo stampa, in mancanza di indicazione specifica e nominativa ovvero di riferimenti inequivoci a fatti e circostanze di notoria conoscenza, attribuibili ad un determinato soggetto, deve essere deducibile, in termini di affidabile certezza, dalla stessa prospettazione oggettiva dell'offesa, quale si desume anche dal contesto in cui è inserita.


Archivio