11 Lug 2014
Informazione utile

Informazione utile

Il rapporto tra cliente ed avvocato

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: ,

Come si sceglie e si incarica l'avvocato? Che differenza c'è fra avvocato penalisa e avvocato civilista? L'avvocato che ha seguito il divorzio può difendermi in un processo penale? Che obblighi reciproci ci sono? Quando e come conviene cambiare avvocato? Come si revoca il mandato? L'avvocato è responsabile per gli errori?

Leggi tutto
22 Giu 2014
Informazione utile

Informazione utile

Spese ordinarie e spese straordinarie nel mantenimento dei figli: criteri distintivi

Pubblicato da AA.VV.

Argomenti correlati: , , , ,

Le spese ordinarie sono comprese nell'assegno di mantenimento deciso al momento della separazione, quelle straordinarie no: la distinzione nel silenzio della legge è affidata all'interprete. 

Leggi tutto
16 Giu 2014
Informazione utile

Informazione utile

Il danno da morte del congiunto

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , , , , , , ,

1. Chi può chiedere il risarcimento del danno da morte del congiunto?

Leggi tutto
13 Maggio 2014
Informazione utile

Informazione utile

Cosa cambia nella legislazione sulla droga dopo la sentenza della Corte Costituzionale 32/2014?

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , , ,

Quali sono gli effetti concreti sulla normativa sugli stupefacenti della sentenza della Corte Costituzionale del febbraio 2014? Chi può usufruire della normativa più favorevole? Cosa cambia per i reati che riguardano droghe leggere e quelle pesanti? E se sono stato condannato in via definitiva?

Leggi tutto
12 Maggio 2014
Informazione utile

Informazione utile

Vademecum del consumatore di sostanza stupefacente

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , ,

Il consumo di sostanze stupefacenti (marijuana, cocaina, eroina, MDMA, ..) non è reato per effetto del referendum abrogativo del 1993, ma può comunque avere effetti negativi (sia per le conseguenze sulla patente che per il *rischio di trovarsi indagati per spaccio*). 

Leggi tutto
10 Maggio 2014
Informazione utile

Informazione utile

Mai rifiutare una raccomandata o un atto giudiziario

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , ,

La legge equipara il rifiuto di una raccomandata alla sua lettura: meglio rivolgersi ad un avvocato senza ritardo, conservando anche la busta della raccomandata.

Leggi tutto
16 Apr 2014
Informazione utile

Informazione utile

Responsabilità degli insegnati e della scuola per danni all'alunno

Pubblicato da Avv. Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , , , , ,

Con l'iscrizione presso un istituto scolastico dall'istituto stesso sorge un vincolo negoziale dal quale deriva l'obbligo per l'istituto di vigilare sulla sicurezza e l'incolumità dell'allievo, durante la fruizione della prestazione scolastica in ogni sua espressione (in tutte le sue espressioni, gita scolastica compresa v. Cass., 15/2/2011, n. 3680). La scuola è pertanto tenuta a predisporre tutti gli accorgimenti all'uopo necessari, anche al fine di evitare che l'allievo procuri danno a se stesso (v. Cass., 8/2/2012, n. 1769), sia all'interno dell'edificio che nelle pertinenze scolastiche, di cui abbia a qualsiasi titolo la custodia, messe a disposizione per l’esecuzione della propria prestazione (v. Cass., 15/2/2011, n. 3680; Cass., 6/11/2012, n. 19160).

Leggi tutto
2 Apr 2014
Informazione utile

Informazione utile

Spese legali: i parametri 2014 per la determinazione della parcella dell'avvocato (DM 55/2014)

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , ,

Il Decreto del Ministero della Giustizia n. 55 del 10.03.2014 determina nuove modalità di liquidazione del compensoche sostituisce completamente i parametri e le tariffe previgenti e si applica in caso di mancanza di accordo fra cliente ed avvocato.

Leggi tutto
23 Mar 2014
Informazione utile

Informazione utile

Accusa ingiusta: quando fare una controdenuncia per calunnia e chiedere il risarcimento dei danni

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , ,

Quando viene comunicata l’esistenza di un procedimento penale spesso l’indagato, reagisce con la volontà di fare una “controdenuncia / controquerela” per il reato di calunnia.

Leggi tutto
12 Mar 2014
Informazione utile

Informazione utile

Spese legali

Pubblicato da Nicola Canestrini

Argomenti correlati: , , ,

Come si determina la parcella dell'avvocato? Ci si può accordare sul compenso? Cosa sono i parametri? C'è un minimo ed un massimo che l'avvocato può richiedere? E quando si ha diritto al rimborso? Chi perde, paga? Chi paga in caso di assoluzione in un processo penale? 

Leggi tutto

"... considerate la vostra semenza
fatti non foste a viver come bruti
ma per seguir virtute e canoscenza"
 
(Dante Alighieri
Divina Commedia, Inferno, XXVI, 116-120)

Recenti Pubblicazioni

Non c' reato di coltivazione per minima quantità di principio attivo (Cass. pen., 33835/14)

A fronte della realizzazione della condotta tipica, che è la coltivazione di una pianta conforme al "tipo botanico" e che abbia, se matura, raggiunto la soglia di capacità drogante minima, il giudice potrà e dovrà valutare se la condotta stessa sia del tutto inidonea alla realizzazione della offensività in concreto: l'ambito di tale riconoscibile inoffensività è, ragionevolmente, quello del conclamato uso esclusivamente personale e della minima entità della coltivazione tale da escludere la possibile diffusione della sostanza producibile e/o l'ampliamento della coltivazione; l'onere della prova, spettando all'accusa dimostrare la realizzazione del fatto tipico, va ritenuto tendenzialmente a carico dell'imputato anche se è probabile che la condizione di inoffensività sia di immediata percezione. Risulta quindi corretta la valutazione del procuratore generale che ha proposto impugnazione laddove ritiene che tale totale assenza di offensività in concreto ricorre nel caso di specie in cui all'imputato risultava sequestrato "un vaso con due piantine (dell'altezza di 33 cm) di marijuana" la prima "dalla quale potevano ricavarsi circa 750 mg di foglioline, con THC pari all'1,48 %,; pertanto, erano presenti 11 mg di THC (quantitativo inferiore al valore della quantità massima detenibile, equivalente a poco meno di Y2 di dose media singola)" e la seconda ".... dalla quale potevano ricavarsi circa 500 mg di foglioline, con THC pari all'1,59%, per cui erano presenti 8 mg di THC (quantitativo inferiore al valore della quantità massima detenibile, equivalente a circa 1/3 di dose media singola)".



Tortura e divieto di estradizione: basta lo sforzo del governo brasiliano (cass. pen., 30087/14)

Per dare corso all'estradizione vi deve essere la verifica di condizioni ostative, fra i quali il mancato rispetto dei diritti fondamentali nello stato richiedente (artt. 698, comma 1, e 705, comma 2, c.p.p.): se è vero che la sussistenza dei presupposti per negare l'estradizione può essere desunta anche da documenti e rapporti elaborati da organizzazioni non governative (quali, ad es., "Amnesty International" e "Human Rights Watch"), la cui affidabilità sia generalmente riconosciuta sul piano internazionale, per ritenere superate le perplessità basta che le autorità "si sforzino".




Giudicato penale e azione amministrativa (Cons. Stato 3282/14)

Laddove l'autorità amministrativa non abbia preso parte al giudizio penale concluso con l’assoluzione del ricorrente non sussiste alcun vincolo di giudicato ex art. 652 c.p.p. che impedisca l’autonomo apprezzamento dei fatti oggetto dei provvedimenti impugnati da parte del G.A.: quindi il giudice amministrativo, in mancanza di un espresso divieto di legge e in ossequio al principio dell’atipicità delle prove, ben può utilizzare come fonte anche esclusiva del proprio convincimento le prove raccolte nel giudizio penale conclusosi con sentenza non esplicante autorità di giudicato nei confronti di tutte le parti della causa amministrativa e ricavare gli elementi di fatto dalla sentenza e dagli altri atti del processo penale, purché le risultanze probatorie siano sottoposte a un autonomo vaglio critico svincolato dall’interpretazione e dalla valutazione che ne abbia già dato il giudice penale, e purché la valutazione del materiale probatorio sia effettuata in modo globale e non frammentaria e limitata a singoli elementi di prova”.


Archivio