Archivia: 2014

22 Dec 2014
Informazioni utili

Guida sotto l'effetto di sostanza stupefacente e esame delle urine

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, reati stradali

“La condotta tipica del reato previsto dall'art. 187, commi primo e secondo, codice della strada non è quella di chi guida dopo aver assunto sostanze stupefacenti, bensì quella di colui...

Leggi di più su 'Guida sotto l'effetto di sostanza stupefacente e esame delle urine'...
18 Dec 2014
Sentenze

Diritto all'oblio, Google, cronaca (Garante, 618/14)

Garante per la protezione dei dati personali

Argomenti correlati: dritto di cronaca, diritto all'oblio, Google, privacy, libera manifestazione del pensiero

Google non è tenuto a cancellare dai risultati di ricerca una notizia se si tratta di un fatto recente e di rilevante interesse pubblico: il diritto all'oblio, infatti, deve essere...

Leggi di più su 'Diritto all'oblio, Google, cronaca (Garante, 618/14)'...
17 Dec 2014
Sentenze

Urine e guida sotto effetto di sostanze stupefacenti (cass. pena., 52420/14)

Cassazione penale

Argomenti correlati: guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, reati stradali

Il reato di cui all'art. 187 Cds risulta integrato dalla concorrenza di due elementi, dei quali l'uno obiettivamente rilevabile dalla polizia giudiziaria (lo stato di alterazione), e per il quale...

Leggi di più su 'Urine e guida sotto effetto di sostanze stupefacenti (cass. pena., 52420/14)'...
16 Dec 2014
Informazioni utili

Condanne penali, fedina penale, visura: nozioni introduttive

Nicola Canestrini

Argomenti correlati: condanna, fedina penale, casellario giudiziale, visura, autocertificazione, non menzione

Sempre più spesso il cittadino deve dichiarare, anche sotto forma di autocertificazione, se ha subìto condanne penali: la normativa in materia si presta a qualche equivoco, dato che la fedina...

Leggi di più su 'Condanne penali, fedina penale, visura: nozioni introduttive'...
15 Dec 2014
Sentenze

Uso di gruppo di uno spinello (Cass. 52104/14)

Cassazione penale

Argomenti correlati: stupefacenti, uso di gruppo

Non è punibile il consumo di gruppo di uno spinello perchè lascia presumere un acquisto comune della sostanza stupefacente consumata insieme.

Leggi di più su 'Uso di gruppo di uno spinello (Cass. 52104/14)'...
15 Dec 2014
Sentenze

Leggere mail altrui è reato (Cass. pen., 5207/14)

Cassazione penale

Argomenti correlati: accesso abusivo a sistema informatico, diritto di difesa, violazione della corrispondenza

Il nostro ordinamento non prevede nessun diritto del privato ad accedere alla posta elettronica altrui (nemmeno per difendersi): commette quindi reato chi, approfittando dell'assenza di un collega di studio, entra...

Leggi di più su 'Leggere mail altrui è reato (Cass. pen., 5207/14)'...
11 Dec 2014
Sentenze

Telecamera di sorveglianza e illecito trattamento di dati personali (CGE, C-212713)

Corte di Giustizia UE

Argomenti correlati: privacy, dati personali, videosorveglianza

L’utilizzo di un sistema di videocamera a tutela dell'abitazione familiare per proteggere i beni, la salute e la vita dei proprietari dell’abitazione non costituisce un trattamento dei dati effettuato per...

Leggi di più su 'Telecamera di sorveglianza e illecito trattamento di dati personali (CGE, C-212713)'...
11 Dec 2014
Sentenze

Non è reato non obbedire all'ordine del giudice (Cass., 51668/14)

Cassazione penale

Argomenti correlati: inottemperanza all'ordine del giudice

Non è reato non ottemperare all'ordine del giudice: è quindi legittimo il rifiuto di collaborazione opposto all'esecuzione del provvedimento d'urgenza adottato dal Giudice civile, pur manifestato in forme sgradevoli ed inurbane...

Leggi di più su 'Non è reato non obbedire all'ordine del giudice (Cass., 51668/14)'...
9 Dec 2014
Sentenze

Identificabilità della vittima di diffamazione (Cass., 51096/14)

Cassazione penale

Argomenti correlati: diffamazione, diritto di critica, libera manifestazione del pensiero

L'individuazione della vittima dei reato di diffamazione a mezzo stampa, in mancanza di indicazione specifica e nominativa ovvero di riferimenti inequivoci a fatti e circostanze di notoria conoscenza, attribuibili ad...

Leggi di più su 'Identificabilità della vittima di diffamazione (Cass., 51096/14)'...

Recenti Pubblicazioni

Ammissione ex lege al patrocino a spese dello stato per vittime di violenza di genere (Cass. 13497/17)

La vittima dei reati di maltrattamenti in famiglia, mutilazione di organi genitali femminili, violenza sessuale, atti sessuali con minorenne, violenza sessuale di gruppo e atti persecutori (stalking) è ammessa ex lege al patrocnio a spese dello stato, senza necessità di verifica del reddito: il giudice ha infatti il dovere di accogliere la domanda di fruizione del beneficio, posto che la finalità della norma in questione appare essere quella di assicurare alle vittime di quei reati un accesso alla giustizia favorito dalla gratuità dell’assistenza legale

Mancata scarcerazione è illecito discipinare (Cass. 7307/17)

La privazione della libertà personale è una delle lesioni più pesanti che una persona possa subire e rappresenta di per sé un danno; infatti, il diritto alla libertà personale è un diritto che l’art. 13 Cost. qualifica inviolabile, specificando che le privazioni della libertà sono consentite solo in casi eccezionali, tassativamente previsti, nel rispetto di regole procedurali rigorose ed entro limiti temporali invalicabili.

Querela, denuncia, esposto, referto: un pò di chiarezza

Spesso i termini "esposto", "querela", "denuncia" vengono utilizzati come sinoinimi. Tecnicamente peraltro indicano atti completamente diversi per struttura e per scopo.

Drogato alla guida? No ad accertamenti espolorativi (Cass. 12197/17)

Per poter sottoporre un conducente ad accertamenti clinici, è necessario (quantomeno) un ragionevole motivo che lasci ritenere uno stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti: dato che non basta una manvora sospetta, è illegittimio l’ordine degli organi di polizia, e quindi il rifiuto non è sanzionabile.

Accesso abusivo a sistema informatico (Cass. 12264/17)

L'accesso abusivo a sistema informatico si configura anche se il delitto previsto dall’art. 615 ter, comma 2, n. 1 cod. pen., sia integrato anche dalla condotta del pubblico ufficiale o dell’incaricato di pubblico servizio che, pur formalmente autorizzato all’accesso ad un sistema informatico o telematico, ponga in essere una condotta che concreti uno sviamento di potere, in quanto mirante al raggiungimento di un fine non istituzionale, e se, quindi, detta condotta, pur in assenza di violazione di specifiche disposizioni regolamentari ed organizzative, possa integrare l’abuso dei poteri o la violazione dei doveri previsti dall’art. 615 ter, comma secondo, n. 1, cod. pen.

Risarcimento ai parenti: non basta essere amici su Facebook (Cass. 11428/17)

Ai congiunti della persona che ha subito lesioni spetta anche il risarcimento del danno morale concretamente accertato, in relazione ad una particolare situazione affettiva intercorrente con la vittima: ciò che rileva non è tnto la convivenza, ma uno "stabile legame tra due persone", connotato da duratura e significativa comunanza di vita e di affetti (non basta essere amici su Facebook).