20 Mar 2015
Sentenza

Sentenza

Danni da accusa infondata (Cass. 5597/15)

Autorità Cassazione civile

Argomenti correlati: , ,

Senza calunnia accertata penalmente, non è tenuto a risarcire il danno l'ex moglie che segnala presunti abusi sui figli a carico del padre poi assolto.

Leggi tutto
19 Mar 2015
Sentenza

Sentenza

Sottrarre il cellulare altrui per leggere gli SMS è rapina (Cass. 11467/15)

Autorità Cassazione penale

Argomenti correlati: ,

Sottrarre con violenza o minaccia il cellulare ad altri per leggerne i messaggi può integrare il reato di rapina. 

Leggi tutto
10 Mar 2015
Sentenza

Sentenza

Accesso abusivo a sistema informatico e finalità illecite (Cass. pen., 10083/15)

Autorità Cassazione penale

Argomenti correlati: ,

In tema di accesso abusivo a sistema informatico, non conta la finalità perseguita dall'autore dell'accesso abusivo ma solo il superamento dei limiti e delle forme consentiti dal titolare dello ius excludendi: il delitto in esame non può essere individuato anche se dei dati (legittimamente) acquisiti servissero  per finalità illecite.

Leggi tutto
2 Mar 2015
Sentenza

Sentenza

Difendersi dallo stalking (Cass.pen., 56644/15)

Autorità Cassazione penale

Argomenti correlati:

Difendersi dallo stalking con misure cautelari: il divieto di avvicinamento alla persona offesa e il divieto di comunicazione, ovvero quello di tenere una determinata distanza da lei, rimandano ad un comportamento specifico, chiaramente individuabile: quello di non ricercare contatti, di qualsiasi natura, con la persona offesa; e quindi di non avvicinarsi fisicamente alla persona suddetta, di non rivolgersi a lei con la parola o con lo scritto, di non telefonarle, di non inviarle SMS, di non guardarla (quando lo sguardo assume la funzione di esprimere sentimenti e stati d'animo).

Leggi tutto
2 Mar 2015
Sentenza

Sentenza

Coltivazione di marijuana inoffensiva (Cass.pen., 9156/15)

Autorità Corte di Cassazione

Argomenti correlati: , , ,

Non è punibile per mancanza di offensività la coltivazione cinque piantine invasate di dalle quali sono risultate estraibili grammi 0,1 di sostanza stupefacente.

Leggi tutto
27 Feb 2015
Sentenza

Sentenza

Falsificare fotocopie non è reato (Cass. pen., 8870/15)

Autorità Cassazione penale

Argomenti correlati: ,

La fotocopia falsificata non integra il reato di falso quando, nell'intenzione dell'agente e nella valenza oggettiva, l'atto sia presentato come fotocopia, con la conseguenza è priva di rilevanza ed effetti, anche penali; per contro, la fotocopia falsificata integra il reato di falsità materiale quando essa si presenta non come tale ma con l'apparenza di un documento originale, atto a trarre in inganno.

Leggi tutto
16 Feb 2015
Sentenza

Sentenza

Va risarcito il figlio trascurato (Cass., 3079/15))

Autorità Cassazione civile

Argomenti correlati: ,

 

Leggi tutto
10 Feb 2015
Sentenza

Sentenza

Critica giornalistica e diffamazione (Corte EDU, 32104/06)

Autorità Corte Europea dei diritti dell'uomo

Argomenti correlati: , , ,

Nel riportare fatti  di interesse generale perchè coinvolgenti personaggi pubblici, il giornalista - che è tenuto a rispettare gli standard della buona fede nell'esercizio della professione, ma che legittimamente può ricorrere alla esagerazione o provocazione  - nella motivazione delle sue critiche non è tenuto alla stessa accuratezza dell'autorità penali (che a differenza del giornalista devono provare le accuse), ma solo fornire un fondamento ragionevole alla base delle critiche espresse sulla stampa.   

Leggi tutto
10 Feb 2015
Sentenza

Sentenza

Ne bis in idem per sanzioni amministrative e sanzioni penali (Corte EDU, 53753/12) )

Autorità Corte Europea per i diritti dell'uomo

Argomenti correlati: ,

Viola il principio del ne bis in idem garantito dall’articolo 4 del Protocollo n. 7 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo la duplicazione (dei procedimenti e) delle sanzioni, amministrativa e penale. A Strasburgo si era rivolto un imprenditore finlandese, che - dopo essere stato sanzionato in via amministrativa con una somma di denaro per illeciti tributari - è anche stato condannato per frode fiscale aggravata e per altri reati contabili.

Leggi tutto
5 Feb 2015
Sentenza

Sentenza

Etilometro ed avviso di farsi assistere dal difensore (SS.UU. 5396/15)

Autorità Cassazione Penale

Argomenti correlati: , ,

E' nullo il test etilometrico non preceduto dall'avviso del diritto di farsi assistere da un difensore.

Leggi tutto

Le sentenze pubbblicate  sono ovviamente frutto di personalissima scelta: alcune condivisibili, altre meno. Nessuna è peraltro vincolante in un altro giudizio.
 
L'Italia è infatti un paese di cd. civil law, sistema sviluppato nell'Europa continentale a partire dal diritto romano-giustinianeo
 
Il sistema giuridico di civil law(tradizionalmente distinto dai sistemi dicommon law) si basa su un ruolo importante dell'università (dottrina giuridica e educazione dei giuristi) e su un sistema di codici(aggregato omogeneo di leggi e norme).In questi sistemi il giudice si deve attenere, per quanto possibile, alla lettera della legge, come disposto dall'articolo 12 delle Preleggi (introdotte come il codice civile con regio decreto 16 marzo 1942, n. 262), articolo rubricato interpretazione della legge:
 
Nell'applicare la legge non si può ad essa attribuire altro senso che quello fatto palese dal significato proprio delle parole secondo la connessione di esse, e dalla intenzione del legislatore. Se una controversia non può essere decisa con una precisa disposizione, si ha riguardo alle disposizioni che regolano casi simili o materie analoghe; se il caso rimane ancora dubbio, si decide secondo i princìpi generali dell'ordinamento giuridico dello Stato.
 
In sintesi (ma i problemi non mancano di certo): una sentenza non costituisce un precedente vincolante, ma con lo sviluppo del sistema giuridico sempre maggiore autorevolezza viene attribuita alla giurisprudenza, in particolare quella della Corte di Cassazione. Le decisioni di tale giudice, pur non avendo forza di legge, sono infatti utilizzate dai giudici di merito per formare le proprie sentenze (cd. funzione nomofilattica onomofiliachia). Ciò perchè le sentenze delle corti supreme contengono o enunciano principi di diritto da cui è difficile discostarsi motivatamente.

Difficile, ma non impossibile: in questo sviluppo dell'interpretazione del diritto sta uno dei compiti più alti per l'avvocatura, attore (e non spettatore) della giustizia. 

Recenti Pubblicazioni



Accesso abusivo a sistema informatico e finalità illecite (Cass. pen., 10083/15)

In tema di accesso abusivo a sistema informatico, non conta la finalità perseguita dall'autore dell'accesso abusivo ma solo il superamento dei limiti e delle forme consentiti dal titolare dello ius excludendi: il delitto in esame non può essere individuato anche se dei dati (legittimamente) acquisiti servissero  per finalità illecite.


Registrazione di conversazioni ad opera dei partecipanti

La registrazione fonografica di un colloquio ad opera di un soggetto che ne sia partecipe o comunque sia ammesso ad assistervi, è legittima secondo il codice di procedura penale anche se eseguita clandestinamente, cioè senza informare l'interlocutore della registrazione. La registrazione infatti costituisce una forma di memorizzazione fonica di un fatto storico, della quale l'autore può disporre legittimamente, anche a fini di prova nel processo secondo la disposizione dell'art. 234 c.p.p. (salvi gli eventuali divieti di divulgazione del contenuto della comunicazione che si fondino sul suo specifico oggetto o sulla qualità rivestita dalla persona che vi partecipa): tale registrazione infatti costituisce prova documentale secondo la disciplina dell'art. 234 c.p.p.


Difendersi dallo stalking (Cass.pen., 56644/15)

Difendersi dallo stalking con misure cautelari: il divieto di avvicinamento alla persona offesa e il divieto di comunicazione, ovvero quello di tenere una determinata distanza da lei, rimandano ad un comportamento specifico, chiaramente individuabile: quello di non ricercare contatti, di qualsiasi natura, con la persona offesa; e quindi di non avvicinarsi fisicamente alla persona suddetta, di non rivolgersi a lei con la parola o con lo scritto, di non telefonarle, di non inviarle SMS, di non guardarla (quando lo sguardo assume la funzione di esprimere sentimenti e stati d'animo).


Passaporto e pendenze penali

Il passaporto ordinario è individuale e possono ottenerlo, salvo eventuali casi previsti dalla legge, tutti i cittadini italiani che ne facciano richiesta.



Archivio